Blog

Ultimi aggiornamenti dal Blog Laboratre+

Come avere conversioni con Facebook Ads utilizzando video e retargeting

BY Mariagrazia Semeraro | 27 marzo 2018
Come avere conversioni con Facebook Ads utilizzando video e retargeting

Spesso, le aziende ci chiedono di sponsorizzare i loro post su Facebook, ma senza lavorare prima sull’ottimizzazione della fan page, sulla brand identity, su una social e content strategy che segue degli obiettivi definiti, non si può pensare di ottenere conversioni dai social semplicemente avviando una campagna!

D’altronde, è finito il tempo degli acquisti impulsivi: tra mille competitor, non vince sempre e per forza chi ha il prezzo più basso, ma chi riesce a far innamorare l’utente ovvero chi riesce a far identificare l’utente con il brand.

Quando crei un’inserzione su Facebook è come se andassi da un potenziale cliente che non ti conosce e gli chiedessi di comprare da te qualcosa: è come chiedere di sposare una donna al primo appuntamento! Bisogna prima coltivare la relazione, far conoscere il tuo brand, acquisire la fiducia dell’utente.

Come farlo? Utilizzando video o webinar!

 

Perché sponsorizzare un video su Facebook

È sicuramente lo strumento più efficace e vincente, perché gli utenti dei social sono consumatori accaniti di video.

Creando un video sulla tua azienda o su un prodotto della tua azienda che solletica le emozioni degli utenti (ridere, commuoversi) e caricandolo direttamente sulla piattaforma Facebook, ti garantisci una reach organica maggiore rispetto ad altri tipi di contenuti (il nuovo algoritmo di Facebook premia i video).

Se insegni qualcosa di utile e gratuito con un video avrai numerosi altri vantaggi:

-       Educhi su un problema e l’utente ti è grato, per cui in qualche modo vorrà ringraziarti (con un acquisto o iscrivendosi alla tua newsletter o con un mi piace alla tua fan page)

-       Ti posizioni come esperto di un determinato settore (vivaio, arredi, food…) e ti fai ricordare

-       Generi fiducia nell’utente perché scopri il tuo lato umano

-       Lo porti a voler approfondire il tuo brand

A questo, aggiungi che puoi usare il video anche per posizionarti sui motori di ricerca con keyword long tail che risolvono un problema (Come fare ad arredare uno spazio di 20mq, Come concimare le tue piante da interno, Cosa cucinare per 10 ospiti in un’ora,…).

L’inserzione video, inoltre, ti permette con un budget limitato di raggiungere una copertura maggiore rispetto ad altri contenuti e con una call-to-action portare l’utente a una pagina in cui c’è l’iscrizione alla newsletter o una super offerta. Già qui ci saranno le prime conversioni.

Quindi, il segreto è fare poi una campagna rivolta a chi ha visualizzato il tuo video ma non ha completato il secondo step, per farlo iscrivere a una tua lista regalando un coupon di sconto/un’offerta o un quiz (molto cliccati).

 

In breve:

-       Prima promuovi un contenuto che ti faccia conoscere (video, blog post) linkando all’iscrizione alla newsletter per avere qualcos’altro gratis o un’Ad con un’offerta interessante!

-       Con il retargeting, mostra l’inserzione a chi ha visto il video ma non ha fatto il secondo passaggio: “Ehi tu, l’offerta dedicata a te sta per scadere…”

 

Non pensare che il video deve essere per forza top level, puoi cominciare con un video breve fatto con lo smartphone utilizzando programmi free (app e desktop) come WeVideo o Clipchamp per personalizzarlo. Devi sperimentare per scoprire cosa piace al tuo target e come conquistarlo, ma se non inizi a testare, non avrai mai i risultati che speri e ti ridurrai a sperperare il tuo budget in campagne improvvisate. Ricorda: chi ben comincia è a metà dell’opera!